NUOVA ZELANDA

Ospiti nella terra dei Maori

da 6.790€
02 - 20/03/2019

Programma

Viaggio in aereo
19 giorni/18 notti

 

1° giorno/2° giorno – 2/3 marzo 2019: VENEZIA – DUBAI – AUCKLAND
Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto Marco Polo, Venezia (per il trasferimento vedi nota “Trasferimenti”). Imbarco sul volo di linea Emirates EK136 in partenza alle ore 15.25 con arrivo a Dubai alle ore 00:15 (3 marzo). Proseguimento con il volo Emirates EK450 alle ore 02.00.

3° giorno – 4 marzo 2019: AUCKLAND
Arrivo a Auckland alle ore 05:35. Trasferimento in albergo. Sistemazione nelle camere riservate (camere subito a disposizione – early check-in). Prima colazione. Nel pomeriggio visita di Devonport, antico e pittoresco porto marino che si raggiungerà attraversando la baia con il traghetto. Devonport è situato vicino alla storica zona di Mount Victoria. Con le sue casette in stile vittoriano, ha una splendida vista sullo skyline di Auckland e sulle vicine isole del Golfo di Hauraki. Cena. Pernottamento in albergo.

4° giorno – 5 marzo 2019: AUCKLAND
Prima colazione. Visita di Auckland, la più grande città della Nuova Zelanda. Si percorrerà il ‘Golden Mile’ di Auckland (Queen Street), si attraverserà il quartiere dell’Università e la zona degli edifici storici di Auckland. Si proseguirà oltre l’Harbour Bridge per ammirare la vista del Waitemata Harbour e del centro, fra cui l’America’s Cup Village e il porto turistico di Westhaven.
Si continuerà attraverso il parco Auckland Domain verso l’Auckland War Memorial Museum che offre una splendida sezione di reperti Maori e di tutte le popolazioni polinesiane, la collezione “Pacific Island” e la grande Waka – la canoa maori. Si proseguirà poi fino al villaggio coloniale di Parnell dove si avrà tempo a disposizione per visitare le boutique e i caffè. Si visiterà quindi Paritai Drive, l’area residenziale con fantastiche vedute del porto e delle isole prima di tornare in città lungo Tamaki Drive oltre le famose spiagge di Auckland e gli alberi nativi di Pohutukawa. Pernottamento in albergo.

5° giorno – 6 marzo 2019: AUCKLAND – PENISOLA DEL COROMANDEL – TAIRUA
Prima colazione. Partenza da Auckland in direzione sud-est, verso la scenografica penisola di Coromandel. Caratterizzata all’interno da paesaggi collinari selvaggi per la forza della natura incontrastata, qui si potranno ammirare la maggior parte delle piante endemiche del Paese, mentre le coste, disseminate da piccole baie e isolotti alternano il paesaggio rendendolo sempre vario. Negli ultimi anni piccoli centri balneari sono sorti lungo le coste fino a Coromandel, nata nel 1800 durante il periodo dello sfruttamento boschivo della penisola e ingranditasi alla fine dello stesso secolo quando fu trovato l’oro nel vicino Driving Creek. Oggi il piccolo centro è meta caratteristica per i suoi edifici del secolo scorso, che le conferiscono una intensa atmosfera di altri tempi. Si visiteranno splendide spiagge e anfratti tra cui Lonely Bay, Shakespeare Cliff, Cooks Beach e Hahei, con tappa alla famosa Cathedral Cove che, con il suo arco nella scogliera, è servita come scenario per l’adattamento della Trilogia di Narnia. Questa meravigliosa località costiera può essere raggiunta solo a piedi o in barca ed è indubbiamente una tappa imperdibile della penisola Coromandel. Proseguimento per la splendida Hot Water Beach dove, se la marea lo consente, si potrà godere dei benefici dell’acqua termale direttamente sulla spiaggia. Proseguimento per la cittadina di Tairua. Pernottamento in albergo.

6° giorno, 7 marzo 2019 TAIRUA – MATAMATA – ROTORUA
Prima colazione. Partenza la mattina presto per Matamata, che ha fatto da sfondo al magico universo immaginario creato da Tolkien e reso ancor più celebre dal regista neozelandese Peter Jackson: la regione della “Terra di Mezzo”. Qui si effettuarono le riprese della trilogia de “Il Signore degli anelli” e di “Hobbiton”. Qui si potranno vedere, tra gli altri, i 37 pertugi degli hobbit, il ponte del doppio arco, l’albero della festa e la locanda del Drago verde. Si potrà fotografare da vicino la porta della casa di Bilbo così come ammirare la vista a perdita d’occhio delle meravigliose colline circostanti. Proseguimento per Rotorua, località nota come centro della tradizione Maori. Escursione nella Waimangu Volcanic Valley, con il suo spettacolare paesaggio termale e vulcanico, dove sono previsti un breve trekking e un giro in barca sul Rotomahana Lake. Nel tardo pomeriggio trasferimento al villaggio Maori di Tamaki. Una tradizionale cerimonia di benvenuto segna l’ingresso nel villaggio. Enormi fuochi scoppiettanti davanti al tradizionale whare (casa), il suono degli antichi strumenti Maori e le attività della gente di altri tempi, creano un’atmosfera palpabile ed elettrica. Nel cuore di questo villaggio, la casa di riunione, il gruppo di cultura Rangiatea offre attenzione speciale a molte delle tradizioni, performance, canzoni e storia del popolo Maori. A completare questa esperienza serale una festa tradizionale Hangi (cena cucinata in una buca scavata nel terreno) con l’intrattenimento vivace e l’umorismo dei padroni di casa. Pernottamento in albergo.

7° giorno – 8 marzo 2019: ROTORUA – WAITOMO – LAGO TAUPO
Prima colazione. Partenza per Whakarearewa Thermal Village. Immerso in un paesaggio di attività geotermica in eruzione, con sorgenti termali calde e pozze di fango bollenti, sorge il villaggio di Maha a Whakarewarewa. Si conosceranno da vicino le forme d’arte dei Maori e i loro antichi rituali e si parteciperà a una visita guidata per scoprire le meraviglie di Madre Natura e imparare come i Maori vivono in armonia all’interno di questo ambiente unico. Partenza poi alla volta delle grotte di Waitomo. L’area include una rete lunga 45km di grotte sotterranee, collegate tra loro dal fiume Waitomo. La grotta di Glow Worm fu la prima a essere esplorata nel 1887, ed è formata da rocce carsiche e calcaree con alti soffitti, magnifiche formazioni colorate, enormi stalattiti e stalagmiti. La visita prosegue a bordo di un’imbarcazione senza motore per alcune centinaia di metri lungo il fiume sotterraneo: nel buio delle grotte si potranno ammirare milioni di lampiridi (larve luminose) che emettono una luce intermittente e che costellano le pareti, come un cielo stellato. Pranzo in ristorante locale. Si prosegue per il maestoso Lago Taupo di origine vulcanica. Cena. Pernottamento.

8° giorno – 9 marzo 2019: LAGO TAUPO – TONGARIRO NATIONAL PARK – WELLINGTON
Prima colazione. In mattinata imbarco per una crociera sul lago Taupa. La navigazione “Cruise Cat” ci porterà verso le Maori Rock Carvings e le pittoresche baie dell’immenso lago. Una spiegazione approfondita sulla storia vulcanica e sulla mitologia Maori circa il Lago Taupo farà apprezzare i panorami circostanti sovrastati dalle cime innevate del Parco Nazionale Tongariro. Proseguimento per la visita alle Huka Falls, le potenti cascate dalle acque turchesi sul fiume Waikato. Il viaggio continua attraverso il Tongariro National park, Il primo Parco Nazionale della Nuova Zelanda costituito nel 1887. Al suo interno si trovano diversi vulcani: il monte Ruapehu, il monte Ngaruhoe e il monte Tongariro, che ha dato il nome al parco e che, per il suo valore culturale e naturalistico, è inserito nel Patrimonio mondiale dell’UNESCO. Le vette all’interno del parco sono considerate sacre per i Maori. Arrivo in serata a Wellington. Cena. Pernottamento in albergo.

9° giorno – 10 marzo 2019: WELLINGTON
Prima colazione. Visita di Wellington, la capitale della Nuova Zelanda. È il cuore artistico e culturale del Paese nonché uno dei porti naturali più belli del mondo. Wellington è posta all’estremo sud dell’Isola del Nord e viene spesso paragonata a San Francisco per le sue colorate abitazioni, le ripide via e i cable car. È conosciuta per il suo freddo clima invernale, causato dai venti antartici che soffiano nello stretto di Cook. D’estate, invece, diventa un centro piacevole, anche se meno animato di Auckland. È il punto di partenza del traghetto e dei catamarani che collegano quotidianamente l’Isola del Nord all’Isola del Sud. Dopo le recenti ristrutturazioni, è possibile scoprire una città affascinante, raffinata, ricca di storia, vivace e attiva. Le sue ridotte dimensioni permettono poi di visitarla a piedi senza problemi.
Giro orientativo della città per ammirare i palazzi del Parlamento, il caratteristico Beehive (alveare), la Cattedrale di St. Paul. La visita include il Museo Nazionale Te Papa, 5 piani nei quali è narrata la storia della Nuova Zelanda, e la Cable Car, la funicolare che sferraglia lungo la ripida salita fino al Kelburn Park. Cena. Pernottamento in albergo.

10° giorno – 11 marzo 2019: WELLINGTON – PICTON – NELSON
Prima colazione. Trasferimento al porto e imbarco sul traghetto per una navigazione di circa 3 ore verso l’Isola del Sud. Si parte da Wellington navigando verso Pencarrow Head, attraverso lo stretto di Cook per poi inoltrarsi nel Marlborough Sounds; attraverso il Tory Channel si arriverà quindi fino al Queen Charlotte Sound, ultima tappa prima di raggiungere Picton. A volte il mare grosso ci ricorda che siamo nel Southern Ocean, a poche ore dall’Antartide ma, più spesso, il cielo terso e i colori spettacolari delle formazioni rocciose dei fiordi e dei complessi insulari ci fa dimenticare questo particolare.
Arrivati a Picton proseguimento del viaggio verso Nelson con sosta per il pranzo in un azienda vinicola della zona. Arrivo a Nelson. Cena. Pernottamento in albergo.

11° giorno – 12 marzo 2019: ABEL TASMAN NATIONAL PARK
Prima colazione. Escursione all’Abel Tasman National Park che fu fondato nel 1942 ed è il più piccolo Parco Nazionale del Paese. Si trova all’estremità settentrionale di una catena di colline marmoree e calcaree disseminata di grotte e pozzi carsici. È conosciuto per le sue foreste lussureggianti, spiagge di sabbia fine e le acque cristalline. Intera giornata a disposizione per esplorare questo luogo affascinante. Sono molte le attività che si possono fare all’interno del parco: snorkeling con foche e pinguini nella riserva dell’Isola di Tonga, kayak, nuotare nella Cleopatra’s Pool, una piscina rocciosa con onde, oppure seguire il sentiero costiero, ammirando alcune delle spiagge più belle della Nuova Zelanda. (L’escursione prevede una navigazione panoramica e il pranzo a pic-nic). Cena. Pernottamento in albergo.

12° giorno – 13 marzo 2019: NELSON – MARLBOROUGH – KAIKOURA
Prima colazione. Partenza verso la regione vinicola della Marlborough valley. Pranzo e degustazione di vini, tra i quali il famoso Sauvignon Blanc neozelandese. Proseguimento per Kaikoura, cittadina adagiata in una baia a ridosso della Kaikoura Peninsula, protetta dalle cime, in inverno innevate, delle vicine montagne del Kaikoura Range. Abitata da oltre mille anni dai maori, Kaikoura diventò nell’Ottocento una base di balenieri e cacciatori di foche. L’attività dei suoi abitanti si ridusse poi alla pesca del “crayfish” (in maori Kaikoura significa appunto mangiare l’astice). Kaikoura è diventata una meta naturalistica, il luogo del mondo dove è facile avvistare il capodoglio, la più grande balena dentata degli oceani.
Il segreto delle acque di Kaikoura? Un canyon sommerso profondo più di 1000 metri, a sole poche miglia dalla costa. Questa insolita conformazione dei fondali rende le acque di Kaikoura estremamente ricche di vita, facendone un luogo famoso in tutto il mondo per l’osservazione dei cetacei. Grazie ai capodogli, ai delfini e ad altri cetacei che vivono nelle sue acque, Kaikoura è diventato un luogo famoso in tutto il mondo. Qui si effettuerà un’escursione in barca per l’osservazione delle balene (whale-watch tour), orche, delfini, foche e albatros (in caso di maltempo o altro impedimento l’escursione verrà effettuata il mattino seguente). Pernottamento in albergo.

13° giorno – 14 marzo 2019: KAIKOURA – CHRISTCHURCH – AKAROA
Prima colazione. Un incantevole viaggio attraverso le Canterbury Plains ci condurrà a Christchurch, città costiera con un’atmosfera d’altri tempi, di quell’Inghilterra vittoriana che i primi coloni cercarono di riprodurre nell’edilizia sacra oltre che civile. Partenza per Akaroa, antico insediamento baleniero francese. Visita alla graziosa cittadina situata in una baia interna nella penisola di Banks, ricca di edifici storici, negozi di artigianato e souvenir, e che offre una moltitudine di opportunità fotografiche. Pernottamento in albergo.

14° giorno – 15 marzo 2019: AKAROA – LAKE TEKAPO – MOUNT COOK
Prima colazione. Partenza per Tekapo, un delizioso villaggio alpino nel cuore dell’Isola del Sud. Completamente circondato da montagne, si trova sul bordo dell’omonimo lago glaciale. L’acqua del lago di colore turchese intenso e il cielo di una chiarezza straordinaria, rendono il Lake Tekapo una delle migliori zone del mondo per scrutare il cielo dagli osservatori posti sulla cima del Mount John. Il paese nacque come luogo di ristoro per i pastori e i colonizzatori: il suo nome in Maori (taka-po) significa infatti “materasso per una notte”. Oggi invece è una tranquilla località turistica. L’edificio più importante è la Church of the Good Shepherd, chiesa in pietra che sorge solitaria a dominio del lago e che fu costruita nel 1935 in memoria dei pionieri che bonificarono questa zona per poter pascolare i loro greggi di pecore merinos. Pranzo in ristorante locale. Proseguendo lungo il lato occidentale del Lago Pukaki si arriva al villaggio Mount Cook, ai piedi del Monte Cook (3750 m), considerato dai Maori montagna sacra. Il Monte Cook è distante dalle luci cittadine e il suo cielo è particolarmente spettacolare e adatto a magnifiche osservazioni del cielo stellato dell’emisfero australe. Visita al Planetario per osservare una particolare proiezione digitale del cielo australe che introdurrà alla bellezza delle costellazioni qui visibili: le maestose nubi magellaniche, la Via Lattea con gli ammassi delle galassie, la costellazione della Croce del Sud e molto altro ancora. Dopo questa fase introduttiva viene raggiunto il luogo ove sono posizionati i telescopi binoculari per effettuare le osservazioni dirette assistiti da un astronomo locale. Cena. Pernottamento in albergo.

15° giorno – 16 marzo 2019: TASMAN GLACIER – WANAKA – QUEENSTOWN
Prima colazione. Partenza per l’escursione al ghiacciaio Tasman. Si attraversa dapprima la Tasman Valley, con i suoi bei panorami alpini, sino a raggiungere il lago glaciale. Da qui ci si imbarca su un gommone che porterà a ridosso degli iceberg. I colori di questi ghiacci australi sono magnifici e in giornate particolarmente terse i colori assumono sfumature da fiaba. Il Tasman Glacier ha una lunghezza di circa 27 km e una profondità di circa 600 metri. Il periodo di maggiore estensione del ghiacciaio si è concluso nel 1890. Da allora si assiste ad un progressivo aumento della superficie del lago terminale. Vi è quindi una notevole abbondanza di iceberg che si staccano periodicamente dalla superficie del ghiacciaio.
Al termine dell’escursione si prosegue per Queenstown con sosta lungo il tragitto a Wanaka, graziosa cittadina conosciuta per i suoi scenografici laghi. Arrivo nella cosmopolita Queenstown. Salita con la Skyline Gondola per raggiungere il ristorante per la cena e per godere delle fantastiche vedute panoramiche sulla città. Pernottamento in albergo.

16° giorno – 17 marzo 2019: QUEENSTOWN – DART RIVER (MT. APIRING NATIONAL PARK) – QUEENSTOWN
Prima colazione. Partenza per l’escursione nella Dart Valley, nel mezzo dello spettacolare Mt. Aspiring National Park. Le esperienze di Dart River Jet Safari sono combinazioni uniche di paesaggi mozzafiato del Patrimonio Mondiale, esilaranti Jet Boating (lance veloci), conoscenza della cultura e della spiritualità Maori legata al territorio e un’avventura stimolante. Si scoprirà la storia della Vallata, del sentiero Greenstone e delle leggende Maori, camminando nell’antica foresta di faggi, immutata per 80 milioni di anni, e si ammireranno i luoghi che hanno fatto da sfondo a molte scene dei film sulla Terra di Mezzo. Nel pomeriggio rientro a Queenstown. Pernottamento in albergo.

17° giorno – 18 marzo 2019: MILFORD SOUND (QUEENSTOWN)
Prima colazione e partenza per il fiordo di Milford Sound, passando per il lago Wakatipu, la cittadina di Te Anau e il Parco Nazionale dei Fiordi. All’arrivo si effettuerà una meravigliosa crociera che porterà sino al Mar di Tasmania e durante la quale si potranno ammirare numerose cascate, le pareti rocciose, lo spettacolare picco di Mitre, la cascata di Bowen e numerosi branchi di foche e delfini. Il Milford Sound è, con il Doubtful Sound, il più noto tra i fiordi del Nuova Zelanda. Tra quelli dell’isola del Sud il Milford è l’unico fiordo che può essere raggiunto interamente via terra. Dal suo punto più interno il fiordo si prolunga per circa 22 km fino al Mare di Tasmania. Pranzo durante l’escursione. Rientro a Queenstown, pernottamento in albergo.

18° giorno – 19 marzo 2019: QUEENSTOWN – AUCKLAND – DUBAI
Prima colazione. Mattinata a disposizione. Trasferimento in aeroporto e nel pomeriggio volo per Auckland. Partenza da Auckland del volo Emirates EK449 alle ore 21:15.

19° giorno, 20 marzo 2019 DUBAI – VENEZIA
Arrivo a Dubai alle ore 05:25. Proseguimento del volo Emirates EK135 alle ore 09:40 con arrivo a Venezia alle ore 13:20. Fine dei nostri servizi. Per il trasferimento vedi nota “Trasferimenti”.

QUOTE INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE IN CAMERA DOPPIA: EURO 6.790,00 (MIN.10 PARTECIPANTI)
SUPPLEMENTO PER LA CAMERA SINGOLA (SE DISPONIBILE): EURO 1.355,00
TASSE AEROPORTUALI : EURO 632,00

Il viaggio comprende

LA QUOTA BASE COMPRENDE: volo di linea con la compagnia Emirates in classe turistica; volo interno come da programma; trasferimenti in pullman; sistemazione in camere a due letti in hotel di cat. 3 e 4 stelle (categoria locale); pasti come da programma; guide locali parlanti inglese/italiano; visite ed escursioni incluse nel programma; accompagnatore durante tutto il tour; assicurazione medico–bagaglio e annullamento viaggio EuropAssistance (rimborso spese mediche fino a 150.000 euro)

LA QUOTA BASE NON COMPRENDE: tasse aeroportuali internazionali e nazionali (circa € 632,00 – calcolate in data 10/11/18 e da riconfermare al momento dell’emissione del biglietto aereo); le bevande, gli extra personali, le tasse aeroportuali locali (NZD25) e quanto non indicato nel programma o sotto la voce “La quota base comprende”.
L’accompagnatore raccoglierà un importo di circa €70,00, in base al numero di partecipanti, per la gestione delle mance locali ad autisti, guide, facchini e camerieri.

Informazioni generali

INFORMAZIONI UTILI: Alcune escursioni es. navigazioni su fiumi/ghiacciai verranno effettuate con l’assistenza di guide locali esperte ed autorizzate. Verranno forniti i giubbetti di salvataggio e altro equipaggiamento adatto. Durante un viaggio in Nuova Zelanda consigliamo di portare: un abbigliamento caldo, possibilmente una giacca a vento (termica), scarpe comode (da trekking) occhiali da sole e crema protettiva.

TRASFERIMENTO: Il trasferimento per e dall’aeroporto sarà predisposto dall’agenzia. Il costo del servizio varierà in base al numero dei partecipanti ed oscillerà tra i 40,00 e 80,00 Euro a persona.

DOCUMENTI E OBBLIGHI SANITARI: passaporto con validità 6 mesi dal rientro dal viaggio. Nessuna vaccinazione richiesta. Per maggiori informazioni contattare il proprio medico curante.

IMPORTANTE: Precisiamo che l’itinerario, le visite e le escursioni potranno essere variate/sostituite senza, peraltro, che la natura del viaggio venga modificata. Tali cambiamenti possono essere soggetti a motivi di operativo aereo, soppressioni o sostituzioni di voli interni, condizioni climatiche che potessero in qualche modo influenzare il corso del viaggio, ecc. Tutto ciò non è da imputarsi all’operatore. Spesso le modifiche vengono rese note solo all’arrivo in loco.
Ci riserviamo il diritto, in conseguenza alla variazione del costo del trasporto, del carburante, delle tasse d’imbarco e sbarco e del cambio applicato che è di 1 EUR = 1,70 NZD, da adeguare la quota di partecipazione entro i termini di legge, ossia al più tardi 20 giorni prima della partenza.

Verifica disponibilità

I campi contrassegnati da * sono obbligatori

Scarica il programma

Verifica disponibilità

I campi contrassegnati da * sono obbligatori